CECIMO > La stampa 3D è il futuro ma c’è ancora tanto da fare

Belgio, Bruxelles – Barriere alla tecnologia 3D per le PMI

 

 

 

Difficoltà nell’implementare la tecnologia per la manifattura 3D

Secondo un rapporto sulla stampa 3D, le piccole e medie imprese Europee stanno incontrando barriere nell’implementare le tecnologie per la manifattura 3D. Mentre alcune regioni Europee sono leader mondiali in aree come la fusione laser selettiva, la manifattura 3D in molte aree è ancora alle prime fasi.

 

 

Grande spazio per la crescita delle aziende in Europa

Sebbene la stampa 3D sia elogiata come futuro della manifattura e la strada per produrre prodotti personalizzati in piccole quantità, un nuovo rapporto sul soggetto mostra che c’è ancora spazio per crescere per le aziende in Europa. Il rapporto sulla stampa 3D mira a individuare le capacità mancanti nelle regioni Europee in collegamento con le applicazioni attuali e future della stampa 3D. Inoltre mira a promuovere una migliore cooperazione tra le regioni UE. Il rapporto sulla stampa 3D è stato pubblicato da Idea Consult in consorzio con Cecimo, VTT (l’associazione Europea dell’industria delle macchine utensili), il Centro di Ricerca Tecnica di Finland Ltd, e AIT (l’Istituto di Tecnologia Austriaco). L’input fornito da Cecimo sull’industria delle macchine utensili è di grande importanza, poiché i progetti dimostrativi e collaborativi interregionali che sono stati identificati lungo e attraverso le catene di valore, sosterranno le attività della Commissione per supportare il lavoro della Piattaforma smart di specializzazione per la modernizzazione industriale.

 

 

 

Le aree di applicazione chiave della stampa 3D come modelli di manifattura e impianti oltre che parti di macchine non sono sfruttati al massimo, soprattutto dalle piccole e medie imprese.

La tecnologia di stampa 3D viene applicata principalmente nelle grandi aziende

Secondo un rapporto sulla stampa 3D, le piccole e medie imprese stanno incontrando barriere nell’implementare tecnologie per manifattura 3D a causa delle risorse limitate. Gli sviluppi nella manifattura 3D continuano a essere regolati da grandi aziende e organizzazione di ricerca e tecnologia. Le catene di valore delle principali aree di applicazione della tecnologia (parti di macchine e compagnie aree, stampi di manifattura, strumenti per la pianificazione chirurgica e di impianti, stampa di alimenti, tessuti, ecc.) non sono ancora intaccati: la produzione 3D è ancora nelle prime fasi in gran parte delle aree di applicazione. Le barriere all’implementazione della produzione 3D spesso sono legate alla mancanza di competenze, formazione e conoscenze per standardizzare materiali e processi per la produzione 3D. Le regioni Europee sono leader mondiali in aree come la produzione di metalli 3D, la fusione laser selettiva o la ricerca per la produzione 3D biomedica. Inoltre il rapporto ha mostrato che la necessità di supporto di R&D a livello della tecnologia è cruciale.

 

 

Sbilanciamento tra diversi paesi, collegamento tra domanda e offerta e sviluppo di curricula adeguati

Alcune opportunità di collaborazione interregionali e intervaloriali, relative allo sbilanciamento tra regioni Europee occidentali e orientali, la necessità di massa critica e di flussi di conoscenza, oltre che la necessità di collegare la domanda e l’offerta della produzione 3D. Altre implicazioni sulle policy sono state esposte, incluso lo stimolo dello sviluppo di curricula adeguati, di aumentare la consapevolezza, degli sforzi per la certificazione (p.es. per i materiali) e il supporto R&D.

 

 

Maggiori informazioni:
http://www.maschinenmarkt.international/europe-3d-printing-still-has-room-for-improvement-a-552868/

 

 

Previous Camozzi > Cilindri pneumatici Stopper della serie ST a semplice e doppio effetto
Next International Energy Agency > Politica energetica e obiettivi climatici per il dopo Fukushima

You might also like

La Settimana Industriale

Gerardi > La morsa FMS Multitasking per centri di lavoro a cinque assi

  Nei sistemi di serraggio una particolare attenzione va riservata alla morsa FMS Multitasking Art.868, che si è dimostrata “sul campo” tra le migliori morse attualmente disponibili per centri di

Automazione

Pilz > Barriere fotoelettriche PSENopt II

      PSENopt II – la prima barriera fotoelettrica di tipo 3 Le prime barriere fotoelettriche di tipo 3 PSENopt II permettono un accesso sicuro al processo produttivo. A

Servizi

Fiera Intralogistica-Italia 2018 > Opportunità di ammodernamento nel settore della logistica e intralogistica

  Gli incentivi legati a Industria 4.0 per gli investimenti in materia di ricerca, sviluppo ed innovazione del piano nazionale aiuteranno a rendere tangibile questa nuova fase industriale di ammodernamento