Fiera Intralogistica Italia > Il Libro Bianco è lo studio approfondito che mancava nel settore

Italia, Milano – Analisi ed evoluzione del mercato per gli espositori

 

Intralogistica Italia 2018, un’edizione sempre più attenta al mercato, offre ai propri espositori il Libro Bianco, un’indispensabile analisi del settore. Intralogistica Italia dimostra di non limitarsi a offrire una vetrina di respiro internazionale in cui far incontrare domanda e offerta ma di voler anche fotografare l’evoluzione del settore con il Libro Bianco offrendo uno studio approfondito ora mancante e necessario.

 

Il Libro Bianco per gli espositori di Intralogistica Italia

Con questo intento, Intralogistica Italia ha deciso di co-finanziare il Libro Bianco di Aisem federata ANIMA; una ricerca, tuttora nel pieno dei lavori, che terminerà la prossima estate con la stesura definitiva che comprenderà l’analisi – oltre che del settore scaffalature, di cui è già stata presentata un’anteprima dei risultati – anche degli altri comparti merceologici quali sollevamento e trasporto, carrelli industriali semoventi e gru mobili.

Il Libro Bianco sarà omaggiato agli espositori di INTRALOGISTICA ITALIA 2018 e messo in vendita alle altre aziende interessate sia da parte di Hannover Fairs International GmbH che da Aisem federata ANIMA.

 

Seconda edizione di Intralogistica Italia dal 29 maggio al 1 giugno 2018

La seconda edizione di Intralogistica Italia, la manifestazione dedicata alle soluzioni più innovative e ai sistemi integrati destinati a movimentazione industriale, gestione del magazzino, stoccaggio dei materiali e al picking, si terrà dal 29 maggio al 1 giugno 2018, nei padiglioni 6 e 10 di Fiera Milano-Rho.

“L’acquisizione di espositori procede a pieno ritmo con l’adesione di aziende di primaria importanza, rappresentative della qualità industriale italiana ed estera”, ha spiegato Andreas Züge, General Manager Hannover Fairs International, sede Italiana della Deutsche Messe AG, ente organizzativo dell’evento. “Il team di INTRALOGISTICA ITALIA sta lavorando a stretto contatto con le aziende iscritte per offrire una seconda edizione ancora più ricca e attrattiva per gli operatori nazionali e esteri.”

 

Anteprima dello studio di settore per aiutare le scelte delle aziende

Il 31 marzo scorso, durante l’evento “Luci sul mercato”, organizzato da Intralogistica Italia, è stata presentata un’anteprima dello studio di settore e in quell’occasione abbiamo chiesto ad alcuni espositori della manifestazione come, questa ricerca, li aiuterà nelle scelte strategiche.
“Lo studio, è un utile strumento di guida per le strategie delle aziende del settore anche grazie al focus sui temi dell’automazione e della correlazione con le scaffalature.” Ha dichiarato Roberta Togni, Marketing & Contract Manager Automha. “Mai come in questi anni è importante prendere parte a fiere di respiro internazionale come Intralogistica Italia, un palcoscenico utile a rendere note le proprie competenze ed abilità nel settore.” Ha proseguito Roberta “Automha collabora con Deutsche Messe – Fiere di Hannover ormai da molti anni; questa capacità di garantire una copertura globale dei propri servizi ci ha permesso di tessere una fitta rete di contatti nazionali ed internazionali”.

L’indagine mira ad analizzare il settore sulla base delle combinazioni prodotto-mercato e attraverso l’analisi della strategia delle imprese, della domanda, del contesto di riferimento, del trend storico e delle previsioni circa i principali dati economici aggregati di settore.

 

Un momento di confronto fra le aziende del settore

“Oggi nel nostro Paese non esiste un focus economico su questo settore e se ne sente la mancanza. Apprezziamo pertanto che Intralogistica Italia abbia deciso di co-finanziare questa ricerca manifestando attenzione al mercato e ai trend di riferimento”. Ha commentato Ermanno Rondi, amministratore delegato di INCAS. “Ritengo lo studio sulle scaffalature un punto di partenza molto utile per capire l’andamento di mercato, e restiamo in attesa nei prossimi mesi delle analisi relative agli settori dei carrelli elevatori, gru mobilie sollevamento”. Ha proseguito Rondi. “ Intralogistica Italia oltre a interpretare bene le esigenze di questo settore è un ottimo momento di confronto tra le aziende del settore.”

 

Un importante Comitato Scientifico per la realizzazione del Libro Bianco

Il Libro Bianco, commissionato a diversi atenei, verrà realizzato da un valente Comitato Scientifico che vede la partecipazione di: Giuseppe Attanasi dell’Università di Strasburgo, Giancarlo Giudici del Politecnico di Milano, Giacomo Magnani dell’Università Cattolica Sacro Cuore, Jacopo Mattei dell’Università di Ferrara-Sda Bocconi, Paolo Galloso e Marcello Chiriaco dell’Ufficio Studi Anima, da delegati di Aisem federata Anima, da Direttori commerciali di alcune aziende associate Aisem federata ANIMA e da delegati di Hannover Fairs International GmbH per Intralogistica Italia 2018.

 

Informazioni su Intralogistica Italia:

Intralogistica Italia aderisce a The Innovation Alliance, a Fiera Milano dal 29 maggio al 1 giugno 2018. Per la prima volta insieme, Ipack-Ima, Meat-Tech, Plast, Print4All e Intralogistica Italia metteranno a disposizione degli operatori di tutti i settori industriali una vetrina delle eccellenze tecnologiche italiane e internazionali di differenti mondi produttivi, unite da una forte logica di filiera. In un solo contesto un’offerta completa, che va dal processing al packaging, dalla lavorazione delle materie plastiche e della gomma alla stampa industriale, commerciale e della personalizzazione grafica di imballaggi ed etichette, fino alla movimentazione e allo stoccaggio delle merci.

Maggiori informazioni: Intralogistica Italia

 

 

Informazioni su Aisem:

Aisem – Associazione italiana sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione – In Aisem confluiscono 8 tipologie merceologiche, suddivise in quattro sezioni, che fanno capo ai comparti “sollevamento e trasporto” e “carrelli industriali semoventi”. Il primo comparto occupa in Italia 10.300 addetti per un fatturato di 2,7 miliardi di euro con una quota export/fatturato del 32%, mentre il comparto carrelli industriali occupa 4.180 unità con un fatturato di 1,36 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 32%.

Maggiori informazioni: Aisem

 

 

Informazioni su ANIMA:

ANIMA – Federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia ed Affine – è l’organizzazione industriale di categoria che, in seno a Confindustria, rappresenta le aziende della meccanica varia e affine, un settore che occupa 210.000 addetti per un fatturato di 44 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 59% (dati riferiti al pre-consuntivo 2015). I macrosettori rappresentati da ANIMA sono: macchine ed impianti per la produzione di energia e per l’industria chimica e petrolifera – montaggio impianti industriali; logistica e movimentazione delle merci; tecnologie ed attrezzature per prodotti alimentari; tecnologie e prodotti per l’industria; impianti, macchine prodotti per l’edilizia; macchine e impianti per la sicurezza dell’uomo e dell’ambiente; costruzioni metalliche in genere.

Maggiori informazioni: Anima

 

Previous Weidmueller > Switch gestiti WaveLine per reti di automazione decentralizzate
Next transfluid > EPS sistema motore elettrico cambio automatico

You might also like

La Settimana Industriale

ABB > Il sistema di propulsione elettrico per navi dalla maggiore efficienza

      ABB presenta il sistema di propulsione elettrico per navi dalla maggiore efficienza Il modello di ABB Azipod XL aumenta l’efficienza nel consumo di carburante di un ulteriore 10

Movimentazione

Kuka > Omnimove lavora al trasporto per la costruzione dell’Airbus

      Specializzato nel trasposto di parti speciali Crescono le esigenze dei processi produttivi nella Airbus di Stade. Per soddisfare la crescente domanda, Airbus ha ordinato un’ulteriore piattaforma mobile

Macchine utensili

Sandvik > Tornitura di pezzi temprati con le qualità CBN di nuova generazione

      CB7105 e CB7115, tornitura di pezzi temprati con le qualità CBN di nuova generazione Chi lavora alla tornitura di componenti per trasmissioni e pezzi temprati ha una