Parker > Motori F12 compatti ad alta efficienza per pressioni sino a 480 bar

Italia, Corsico – Compattezza e facilità di installazione per i nuovi motori F12

 

 

 

8cb196a4-ca03-4efd-bf01-66b15e8e287d-_f12_bannerLa nuova generazione di F12 – Le dimensioni contano
Parker Hannifin, leader globale nelle tecnologie di motion & control, ha introdotto i nuovi F12, motori compatti ad alta efficienza, che offrono un più alto rapporto peso potenza in minor spazio.

 

 
Dimensioni e peso inferiore per i motori F12-152, F12-162, F12-182

I motori di nuova generazione F12-152, F12-162 e F12-182 hanno dimensioni e pesi inferiori a quanto offerto dalla concorrenza. I nuovi motori Parker sopportano pressioni fina a 480 bar, sono disponibili sia in versione SAE D che in 2 versioni ISO e offrono svariate opzioni di porte di connessione, consentendo molteplici soluzioni su misura per soddisfare la maggior parte delle applicazioni e delle richieste dei clienti. Nel confronto con l’apprezzata serie precedente, quella nuova dimostra una riduzione del livello sonoro da 6 a 10 dB.

 

 

 
180eaca5-de4a-4724-a13b-0a5465834467_diagramma_f12Risparmio di carburante e minore generazione di calore

Il pistone sferico brevettato permette di raggiungere un’elevata velocità, sopporta elevate accelerazioni e consegue un’impareggiabile efficienza. Un’efficienza così elevata si traduce in un minore spreco di energia e conseguentemente una minore generazione di calore.
I clienti potranno beneficiare di una richiesta di raffreddamento ridotta, di un minore consumo di carburante e di un peso inferiore. Più potenza disponibile viene trasferita al lavoro produttivo e meno energia viene sprecata riducendo l’emissione di particolato e gas serra, consentendo di soddisfare le future normative sulle emissioni.
Se confrontati alla concorrenza, l’utente finale può ridurre notevolmente il consumo di carburante utilizzando motori F12 di nuova generazione. Test effettuati mostrano perdite di potenza ridotte di 9,4 kW che equivalgono ad un risparmio di 2300 litri di carburante all’anno.

 

 

 
Impareggiabile costo di esercizio

Il design ad alta efficienza dell’asse inclinato combinato con il pistone sferico, il collaudato sistema di sincronizzazione ingranaggi albero e barilotto, le robuste canne cilindri, il doppio cuscinetto conico e la piastra di distribuzione ottimizzata risultano in un motore molto robusto e durevole nelle applicazioni più esigenti. In combinazione con l’affidabilità, è stata ottenuta un’operatività eccezionale.

 

 

 

Informazioni su Parker Hannifin
Con vendite annuali di 11 miliardi di dollari per l’anno fiscale 2016, Parker Hannifin è il leader mondiale nella produzione di tecnologie e sistemi diversificati nel Motion & Control, fornendo soluzioni progettate per un’ampia varietà di mercati industriali, Mobili ed Aerospaziali. Parker opera in 49 paesi nel mondo. Parker ha incrementato i dividendi annuali agli azionisti per 60 anni consecutivi, questo rappresenta uno dei maggiori cinque incrementi record di ogni tempo registrati dall’indice S&P 500.

 

 

 

Maggiori informazioni:
http://www.parker.com

 

 

Previous Pilz > Motion control stand alone con PMCprimo MC
Next Prima Power > Innovazioni e nuova sorgente fibra ad Euroblech 2016

You might also like

Software/PC Industriali

B&R Automation > Pannelli multi touch per progettare interfacce HMI

      Pannelli multi-touch – Utilizzabilità ottimale I pannelli multi-touch aprono nuovi orizzonti per la progettazione di innovative interfacce HMI. In un’applicazione è possibile utilizzare molti gesti, vale a

Notizie

Wika > Calibratore CPH7000 da processo per tarature in campo

Calibratore portatile da processo CPH7000, ideale per tarature in campo Il calibratore di processo WIKA CPH7000 è uno strumento molto versatile. Grazie alla combinazioni di misura per pressione, temperatura, corrente,

La Settimana Industriale

Weidmuller > MultiMark sistema di siglatura per quadri elettrici

            MultiMark, sistema di siglatura per quadri elettrici. La risposta in un’unica soluzione Più alto è il livello di automazione, più alta è la complessità