Agosto 14, 2016 0 1646 Views

Schmalz > Sollevatore JumboErgo 300 per movimentare porte sino a 250 kg

Svizzera, Brunegg – Produzione porte sempre più grandi e pesanti

 

 

 

2016-08_Sollevare-le-porte-con-estrema-facilita_1__cmsec53157e02

Grazie a quattro punti di presa il vuoto delle ventose viene distribuito in modo ottimale alla superficie delle pensati porte in legno massello.

Sollevare le porte con estrema facilità

L’azienda svizzera Türenfabrik Brunegg AG produce ogni giorno tra 500 e 600 porte. Per questo motivo l’azienda è considerata uno dei leader del mercato. L’ampia e sempre crescente gamma di prodotti comprende porte sempre più grandi e pesanti. Ciò mette a dura prova la tecnologia di movimentazione utilizzata in produzione. Per questo motivo l’azienda ha investito in supporti di sollevamento potenti, realizzati dallo specialista del vuoto Schmalz. Grazie al sollevatore tubo JumboErgo 300 i dipendenti dell’azienda solo non grado di sollevare facilmente e senza alcuno sforzo fisico porte che pesano fino a 250 kg.

Grazie a quattro punti di presa il vuoto delle ventose viene distribuito in modo ottimale alla superficie delle pensati porte in legno massello. Per le porte normali basta solo una ventosa per il JumboErgo.

 

 

 

2016-08_Sollevare-le-porte-con-estrema-facilita_2__cmsb9cde43838

Per le porte normali basta solo una ventosa per il JumboErgo.

Sollevatore tubo a vuoto per il caricamento delle macchine CNC

Anche il caricamento delle macchine di lavorazione CNC con i telai delle porte viene svolto dai dipendenti di Brunegg con un sollevatore tubo a vuoto di Schmalz. I dipendenti di Brunegg sono soddisfatti del nuovo sollevatore tubo a vuoto.

 

 

 

 

2016-08_Sollevare-le-porte-con-estrema-facilita_3__cms7c01015697

Anche il caricamento delle macchine di lavorazione CNC con i telai delle porte viene svolto dai dipendenti di Brunegg con un sollevatore tubo a vuoto di Schmalz.

Una tradizione antica nella produzione delle porte

Già dall’antichità le persone hanno protetto le loro costruzioni con le porte, impedendo che vento, pioggia, freddo, pericolosi animali selvaggi o altri ospiti indesiderati entrassero nelle loro case. Oggi esistono porte di dimensioni, forme, materiali e costruzioni diverse. Inoltre, devono soddisfare esigenze sempre nuove e diverse: dall’isolamento acustico all’ignifugità, dall’impermeabilità fino alla protezione contro sostanze chimiche o radioattive.

La Svizzera vanta una lunga tradizione in materia di porte: qui scavi hanno portato alla luce alcune della porte più antiche mai trovate in Europa. L’azienda Türenfabrik Brunegg AG si trova nel Cantone Argovia. Proprio qui si trova la sede di questa azienda familiare che dà lavoro ad oltre 50 dipendenti e produce ogni hanno 120.000 porte col marchio Brunex. Fondata nel 1954, l’azienda ha recentemente festeggiato il 60o anniversario della sua fondazione. Anniversario e al contempo il raggiungimento della tappa delle sette milioni di porte prodotte.

 

 

 

2016-08_Sollevare-le-porte-con-estrema-facilita_4__cmsfd0f75a2eb

I dipendenti di Brunegg sono soddisfatti del nuovo sollevatore tubo a vuoto.

Produzione di porte standard e con formati su misura

Negli ultimi anni l’azienda Türenfabrik Brunegg AG è crescita in modo costante così come la sua gamma di prodotti. “50 anni fa una porta assolveva a tutte le funzioni”, racconta Christian Goettelmann, Direttore vendite dell’azienda. “Oggi le porte devono essere realizzate in modo differenziato, secondo le esigenze in materia acustica, antincendio, termica, tutela ambientale o di sicurezza contro gli scassi.” L’azienda produce porte su misura Just-in-Time a partire dalla dimensione 1. La gamma comprende anche dimensioni speciali fino a 3,4 x 2,5 m. così come porte speciali per cliniche ed hotel. “Qui a Brunegg produciamo la porta intera partendo dalla materia prima e arrivando alle porte interne ed esterne finite”, sottolinea Goettelmann.

La fabbrica ha ampliato la sua superficie di produzione di ulteriori 5.000 metri quadri e cioè di ben il 70%. “Infuturo desideriamo offrire ai nostri clienti tempi di consegna ancora più brevi senza però venire a compromessi in termini di qualità”, spiega Martin Eisele, CEO dell’azienda. “Per questo investiamo nella nostra fabbrica e cerchiamo di rendere più efficienti determinati processi.” Durante il progetto di ampliamento, gli svizzeri hanno deciso anche di migliorare il processo produttivo per le porte grandi e pesanti. Le porte speciali che pesando fino a 250 kg devono essere trasportate dai pallet fino alla stazione di lavorazione CNC. “In passato questa operazione veniva svolta anche da 4 dipendenti insieme”, ricorda Eisele. “Determinate porte speciali, per esempio per gli ospedali, devono avere un’anima in piombo. Spostare queste porte è un’impresa.” Una nuova stazione di lavorazione permetterà di velocizzare questa fase, rendendola anche più sicura e meno pensate per gli addetti.

 

 

 

La tecnologia per il sollevamento impiegata nella produzione

La migliore soluzione per questa operazione è l’impiego di un supporto di sollevamento potente. Ne abbiamo diversi adesso nella nostra fabbrica Türenfabrik Brunegg. Da anni l’azienda si serve della tecnologia del vuoto dello specialista del settore, J. Schmalz GmbH. Ben dieci dispositivi di sollevamento Jumbo alleggeriscono il lavoro dei dipendenti, per esempio nel caricamento delle celle per la segatura, nelle aree di messa in servizio e riparazione e nel caricamento delle linee di fresatura. Per la movimentazione delle porte pesanti, gli esperti hanno consigliato l’impiego dei dispositivi di sollevatore tubo a vuoto JumboErgo 300 per carichi fino a 300 kg.

Schmalz offre i sollevatori tubo come sistema modulare. E infatti esistono ventose per tutti i tipi di applicazioni. Dalla variante per pezzi lunghi o per travi fino alle ventose quadruple per grandi pannelli: tutte queste soluzioni sono impiegate nella fabbrica di Brunegg. Un adattatore per cambio rapido permette la sostituzione delle ventose a seconda delle singole esigenze. JumboErgo 300 si contraddistingue soprattutto per la sua sicurezza ed ergonomia: i carichi pesanti possono essere sollevati facilmente e posizionati con estrema precisione al centimetro. Il vuoto delle ventose viene applicato a quattro punto di presa, distribuendo così questa forza in modo ottimale sulla superficie del pezzo. Una valvola antiritorno a reazione immediata impedisce la caduta del carico anche in caso di blackout elettrico o interruzione dell’alimentazione di aria compressa. La maniglia di comando che ha la forma di un manubrio di una moto, permette agli operatori di prelevare i pezzi sia in altezza che da pavimento. La manovrabilità della maniglia di comando offre una distanza di sicurezza sufficiente dal carico.

 

 

 

Movimentazione dei pezzi senza danneggiamento

Inoltre Schmalz ha realizzato per il nuovo impianto di produzione e per il sollevatore tubo un sistema gru sospesa su misura in alluminio delle dimensioni 16,3 x 8,0 metri. L’operatore solleva delicatamente la porta dal pallet e con la gru la porta al centro di lavorazione CNC, posizionandola con estrema precisione. Tutto questo senza alcuno sforzo fisico da parte dell’operatore e senza danneggiare o graffiare il pezzo. “Schmalz ha montato la gru nel nuovo posto di lavoro con una precisione millimetrica”, afferma Eisele. “In questo modo siamo in grado di raggiungere facilmente il centro di lavorazione. Il nostro dipendente è rimasto sorpreso dalla facilità con cui riesce a movimentare i pezzi.” La costruzione ergonomica permette di scaricare bene la schiena e nessuno deve più spostare i pezzi a mano.

Dove prima dovevamo impiegare fino a quattro persone per spostare una porta, oggi ne basta una per svolgere questa operazione. Ciò ha convinto anche i dipendenti della Türenfabrik Brunegg. “All’inizio erano scettici alla nuova tecnologia”, ricorda Eisele. “Adesso però non posso fare più a meno di JumboErgo.” L’azienda sviluppa continuamente con i suoi fornitori partnership incentrate sullo sviluppo di soluzione: così avviene anche con Schmalz. “L’esecuzione del progetto ed il montaggio sono avvenuti senza intoppi”, loda Eisele in merito alla cooperazione. Anche in merito ai servizi la qualità è impeccabile: per un’azienda produttrice che conta sull’affidabilità degli impianti, questo è un punto fondamentale. “Negli anni passati abbiamo avuto sempre esperienze positive. In caso di problemi, un aiuto arriva immediatamente”, riassume il responsabile della produzione. “Il nuovo JumboErgo è riuscito a soddisfare appieno tutte le nostre aspettative. In questo modo siamo riusciti a sviluppare la nostra produzione in modo più sicuro, ergonomico ed efficiente.”

 

 

 

Maggiori informazioni:
https://www.schmalz.com/it

 

 

 

Previous Schaeffler > 3400 cuscinetti per il Canale di Panama migliorano la navigazione mercantile
Next Schmersal > Sensore di sicurezza RSS260 ed elettroserratura di sicurezza AZM300

You might also like

Sensori/Dispositivi per automazione

Wika > Sensori di livello, livellostati a galleggiante ed optoelettronici

      WIKA estende la gamma prodotti per la misura di livello anche al mercato OEM Con l’introduzione di nuovi sensori di livello, livellostati a galleggiante ed optoelettronici, WIKA

Notizie

Trumpf > TruLaser 5000 fiber per lavorazioni flessibili e veloci nel taglio tubi

      TruLaser Tube 5000 fiber, macchina per tutti i tipi di produzione La tecnologia del laser allo stato solido è rinomata perchè consente di realizzare lavorazioni flessibili e

Componenti

Schaeffler > Boccole per carichi elevati in acciaio Mancrodur ad alte prestazioni

      L’acciaio Mancrodur ad alte prestazioni raddoppia la durata nominale delle boccole Un incremento del 30% della capacità di carico in grado di raddoppiare la durata operativa senza